Requisiti al Bando della Regione Campania per la concessione del contributo a fondo perduto

Per darvi supporto in questa situazione di crisi abbiamo consultato il dottor Andrea Gatto, consulente fiscale della Rete, che ci ha aiutato a fare chiarezza in merito al Bando per la concessione del contributo a fondo perduto di € 2000 indetto dalla regione Campania e rivolto alle micro imprese.

Nel bando è riportato che il bonus potrà esser richiesto da qualsiasi impresa iscritta al registro imprese, non in liquidazione o procedura coattiva, attiva nel 2018 (o dal 2019) ed i cui dati di fatturato/volume di affari dell’esercizio riferito all’ultima dichiarazione dei redditi presentata (unico 2019/anno 2018) non siano inferiori ad 1 euro e non superiori a € 100.000. Nel caso di start delle attività nel 2019 l’amministratore renderà autocertificazione del Fatturato/ volume d’affari 2019  se per tale esercizio il fatturato/volume di affari non sia inferiore ad 1 euro e non superiore a € 100.000.

È dunque chiaro che solamente le imprese che non superano la soglia di € 100.000 potranno beneficiare di questo contributo.

Le imprese con start delle attività nel 2020 non hanno diritto a questo beneficio.

Il passo successivo sarà verificare se le aziende conformi per fatturato abbiano il codice attività ATECO incluso nell’elenco allegato al bando.

Altro aspetto importante è riferito al personale dipendente che, data l’esiguità del fatturato, difficilmente potrà superare quanto riportato nella nota di relazione che accompagna il bando (10 unità seppur non vi è menzione nel bando).

Verificati questi 3 requisiti, si potrà procedere alla presentazione della domanda a partire dal 10/04/2020 e fino al 30/04/2020 sul portale della Regione Campania.

Si potrà effettuare l’invio anche in autonomia purché muniti di firma digitale oppure, in delega, tramite gli uffici di consulenza abilitati alla trasmissione telematica che potranno presentare la domanda per conto del cliente.

La compilazione della domanda deve essere necessariamente operata on line con le sopra riportate procedure .

Non abbiate fretta perché il portale, ripetiamo, aprirà il 20 aprile alle ore 10.00 e avrete 10 giorni per presentare la domanda.

Il portale chiuderà il 30 aprile.

Ricordiamo inoltre che, per coloro i quali potranno beneficiare del contributo per il tramite di un delegato o in proprio, dovranno munirsi e/o fornire il proprio IBAN e il codice SWIFT che troverete sul vostro estratto conto bancario.

Vi invitiamo a farci pervenire le vostre domande. Nei prossimi giorni programmeremo un nuovo webinar insieme al Dottor Gatto, in cui discuteremo di decreti nazionali e regionali e relative attuazioni.

Menu