Conclusa con successo l’operazione Marine Litter

Tutti uniti in difesa dell’ambiente, per un Costiera Amalfitana più sostenibile!

Prima il debutto con successo di Litter Hunter: il robot marino inventato da una Startup Campana che, comandato da un particolare drone aereo,  ha controllato il mare lungo le spiagge della Costiera individuando e raccogliendo i rifiuti galleggianti; poi l’azione di sensibilizzazione a tappeto sulle spiagge nei confronti di  bagnanti e turisti, ed infine l’operazione Marine Litter  #iloveamalficoast con la Sentinella “Spazzamare” che dal 6 Agosto al 21 settembre ha costantemente pattugliato l’intera Costiera Amalfitana.

Sono solo alcune delle azioni ideate in questi mesi dal Distretto Turistico Costa d’Amalfi e rese possibili grazie alla sinergia con l’Area Marina Protetta “Punta Campanella”, l’Ente Parco dei Monti Lattari, l’azienda Alicost, le Amministrazioni Comunali, la Guardia Costiera, la Capitaneria di Porto e i privati.

Il servizio del battello “spazzamare”, con interventi costanti da Positano a Vietri sul Mare, ha prodotto risultati eccellenti e soddisfacenti. “Dall’inizio delle operazioni abbiamo “raccolto” circa 23 Kg di prodotti in plastica e 45 Kg di materiale organico come alghe, posidonia, tronchi e scarti di cibo ma, in generale e per fortuna, il mare è risultato essere estremamente pulito” ha affermato Raffaele Di Leva, amministratore della Multiservice di Positano, azienda commissionata alla raccolta dei rifiuti.  “Alla fine di questa azione straordinaria è importante fare alcune riflessioni legate a due aspetti:” – ha continuato Raffaele Di Leva-  “l’avere trovato scarti di cibo in mare significa che è necessario intervenire sensibilizzando la popolazione ed i turisti lungo le spiagge sulla corretta differenziazione dei prodotti e seconda questione, ma non per importanza, è il problema legato alla pulizia dei fiumi. Infatti gran parte del materiale lo abbiamo trovato dopo piogge e particolari eventi atmosferici, e ciò fa supporre la poca attenzione nella manutenzione e cura dei torrenti “.

Molto soddisfatti anche Il Presidente del Distretto Turistico, Andrea Ferraioli e Antonino Miccio, Direttore dell’Area Marina Protetta Punta Campanella.

Ferraioli: “Si è formata una grande alleanza che ha visto insieme, per la prima volta, imprese private, albergatori, un Distretto Turistico, un’Area Marina Protetta ed un Parco in difesa del mare, dell’ambiente. Si tratta di un metodo innovativo per l’Italia”.

Miccio: “La fattiva collaborazione di questa estate tra Area Marina Protetta “Punta Campanella” e distretto turistico è l’evidenza che le aree protette devono essere presidi culturali sul e per il territorio”.

L’operazione #iloveamalficoast con il catamarano Marine Litter, è solo una parte dell’ampio progetto sostenibilità, del quale seguiranno già nei prossimi giorni altre azioni molto significative ed innovative al fine di rendere la Costiera Amalfitana sempre più sostenibile.

Menu